La congiura dei sàmina

In vendita su:

KOBO

AMAZON

OMNIA BUK

GOOGLE LIBRI

iTUNES

BOOKREPUBLIC

 

... e molti altri

Noi non stiamo combattendo nessuna battaglia... Lottiamo solo per sopravvivere in questa esistenza senza luce che per quelli come noi non è altro che un limbo fra due inferni”. Sono le parole che Cladyan confida a Armin nella squallida taverna dove si sono incontrati. Cladyan è un uomo che possiede il dono: è un sàmina, identità di cui porta il marchio a fuoco sulla pelle e nell'anima.

Sono trascorsi quattro anni da quando Armin ha fatto ritorno alla fortezza di Andòrax, le cui porte si sono riaperte per accogliere i sàmina che con il tempo sono usciti allo scoperto e vi hanno cercato rifugio. Invece di preoccuparsi del ruolo di cui il nahysmi l'ha investita, Armin vorrebbe trovare una soluzione per appianare il perenne contrasto che vivono le due identità opposte della magia: da un lato i sàmina, gli uomini in grado di esercitare senza controllo la magia dei quattro elementi naturali, e dall'altro gli stregoni, neutrali custodi dei suoi segreti e tanto naturale quanto obbligata trasformazione dei sàmina.

Nonostante il parere contrario di Élian, Armin lascia l'isola di Andòrax assieme a Varsha, che l'ha raggiunta con il compito di insediare un drappello di erdemiani in difesa della fortezza. La ragazza vuole convincere i sàmina che gli stregoni non rappresentano una minaccia; non solo, vuole proporre loro di convivere su Andòrax lasciando a ciascuno l'impossibile libertà di decidere se rinunciare al potere che possiedono. Ritornare su Alghend per Armin significa anche affrontare il passato e la verità mai svelata sui suoi genitori.

I regni di Efyle e Ihssa, che quattro anni prima hanno tradito Mizhar e Yliash aiutando e accogliendo gli erdemiani di Dehanne, sono visti sempre più come una minaccia da eliminare da parte di Shimon, il Sommo Cavaliere ossessionato dal desiderio di spazzare via  chiunque appoggi gli stregoni di Andòrax e la stessa Armin. Nel frattempo, per garantirsi la vittoria nella guerra ormai alle porte fra i cavalieri Darsow, re di Efyle, è disposto a comperare a caro prezzo, sacrificando il sangue del suo sangue, l'appoggio di un prezioso alleato del nord: i temuti e barbari Signori delle Montagne.

Circuiti da Shimon, i sàmina arrivano a organizzare una congiura contro gli stregoni. Lo stesso re di Mizhar nella sua pazzia architetta un piano che mette a rischio l'esistenza di Armin e il suo futuro assieme a Varsha...

Ma proprio nel futuro di un sàmina si cela un'insospettabile verità, mentre gli eserciti dei cavalieri si schierano per affrontare un conflitto che resterà nella storia di Alghend.


The conspiracy of the sàmina, Falling through time, The edge of the blade

 

 

 

 

COMING SOON

"We ain't fighting any battle... We simply struggle to survive in this existence without light that for those like us is nothing but a limbo between two hells". This is what Cladyan tells Armin in the sleazy tavern where they met. Cladyan is a gifted: he is a sàmina, an identity of which he wears the burning brand on his skin and in his soul.

Four years have passed since Armin returned to the fortress of  Andòrax, whose doors opened to welcome those sàminas who in time made into the open and found shelter there. Instead of undertaking the role the nahysmi chose her for, Armin would like to find a way to settle the everlasting  conflict between the two opposite identities of magic: the sàminas, the men who are able to use without control the magic of the four neutral elements, and the warlocks, unbiased keepers of its secrets and as natural as inevitable transformation of the sàminas.

Despite Élian's contrary opinion, Armin sails from the Isle of Andòrax together with Varsha, who has joined her with the task to establish a company of erdemians in defense of the fortress. The girl wants to convince the sàminas that the warlocks does not represent a threat to them; in addition, she aims to propose them to share a life on Andòrax leaving them the impossible freedom to choose whether or not to renounce their gift and become a warlock. Going back to Alghend for Armin also means to face her past and the unlocked truth about her parents.

Shimon, Supreme Knight, starts to see the kingdom of Efyle and Ihssa, that four years before helping and housing Dehanne's erdemians betrayed Mizhar and Ilyash, as a more powerful threat to get rid of. He is obsessed with wiping away all those who supports the warlocks of Andòrax and Armin herself. In the meantime, Darsow, king of Efyle, is even ready to pay a high price to grant himself the victoty of the now approaching war of the knights: he is prepared to bargain the blood of his blood to obtain the support of a strategic allied from the north, the feared and barbarous Lords of the Mountains.

Fooled by Shimon, the sàminas are at the bottom of a conspiracy against the warlocks. In his foolishness, the king of Mizhar himself  conceieves a plot that puts in danger Armin's own existence as well as her future with Varsha...

But it is right in the future of a sàmina that an unsuspecting truth hides, while the armies of knights deploy to fight a battle that will linger in the history of Alghend.

 

 

 

COMING SOON

 

 

 

 

COMING SOON