Home

 

Le parole creano mondi.

 

Words create worlds.

Quando le parole creano mondi e il reale si fonde con l'immaginario in un intreccio suggestivo nel quale diventa difficile scindere l'uno dall'altro, lì nasce Andòrax. Lungo la sottile linea di confine fra realismo storico e medioevo fantastico si svolge il viaggio al tempo stesso reale e introspettivo di personaggi indimenticabili e delle loro passioni attraverso i paesaggi onirici dell'animo umano, sullo sfondo di un medioevo ai confini del tempo in cui semplici uomini diventano eroi, fra paesaggi di sconfinata, intoccata bellezza e le irriducibili ossa dei ricordi di pietra di castelli e fortezze - un medioevo fantastico metafora della vita, dei suoi conflitti, delle sue scelte, dei suoi tradimenti, un medioevo dominato dall'acciaio e dalla forza, profetico, misterioso, evocativo e irresistibilmente magico.

 

Andòrax lies where words create worlds and reality merges with imagination in a striking intertwining where it's hard to separate the one from the other. The real and at the same time introspective journey unforgettable, passionate characters undertake through the dreamlike landscape of the human soul takes place on the subtle border between historical realism and a fantastic medieval world, on the background of a medieval age at the edge of time where simple men become heroes, between landscapes of breathtaking, unspoiled beauty and castles and the memories buried under the fortresses' stony bones - a fantastic medieval age as metaphor of life, its struggles, its choices, its betrayals... a prophetic, mysterious, evocative, and irresistibly magical medieval age ruled by steel and force.

 

Non scrivo storie; sono le storie a scriversi.

 

I don't write stories; stories writes themselves down.